mercoledì 30 giugno 2010

Luigi Pruneti : Gran Maestro della Gran Loggia D'Italia degli A.L.A.M.



 


Fonte : NautilusMagazine

Capacités et aptitudes que devrait posséder tout futur Vénérable de loge maçonnique

La manière dont une Loge devrait-être conduite, respectivement comment les frères d’une loge devraient être guidés et soutenus a beaucoup changé. Le temps où un Vénérable Maître imposait uniquement sa volonté aux frères est révolu. Aujourd’hui apparaît un nouveau style de conduite d’une Loge, un style basé sur la recherche du
consensus, de la force de persuasion ainsi que des compétences pour faire adopter de nouveaux processus, motiver et encourager les frères par une attitude ouverte et communicative. Conduire, mener doit être compris comme coaching avec le but d’aider les frères à développer leurs aptitudes pour qu’ils puissent mener à bien leurs  tâches maçonniques.
Lors de l’élection d’un nouveau Vénérable il est impératif de savoir si le candidat a une personnalité de meneur. La réponse peut être trouvée au cours de discussions personnelles, bilatérales ou en plénum. On doit se poser la question de ses aptitudes à conduire, à communiquer, à motiver, à stimuler l’esprit d’équipe. Il est nécessaire de connaître ses stratégies de gestion de conflits. La question fondamentale à se poser pourrait être : quelles sont les aptitudes du futur Vénérable Maître à conduire des hommes. Mener, guider n’est pas une question d’autorité ou d’intelligence mais une question de pathos. Comment dans le passé, avec quels moyens, avec quel succès a-t-il résolu les problèmes et géré les fonctions qui lui ont été imposés comme officier de sa loge ? Quels ont été les changements qu’il a initiés pour le bien de sa loge ? Avoue-t-il et accepte-t-il ses fautes ? En tire-t-il un apprentissage ? Les réponses du candidat démontreront à quel point il est prêt à déléguer. Elles démontreront aussi si le candidat a tendance à compenser ou à refouler, à ne pas prendre ses responsabilités. Elles dévoileront s’il est capable de susciter un consensus et d’agir comme un
 « teamplayer « ou s’il pratique une conduite autocrate. Les méthodes engagées pour gérer les conflits dans le passé ainsi que ses aptitudes à négocier ont donné une image importante de sa personnalité. Est-ce que le candidat, lors de situations difficiles, agit franchement ou tombe-t-il dans un schéma d’autocratie, de névrose de profilage ou même d’arrogance ? Les frères des loges sont devenus plus critiques et plus conscients. Ils veulent être informés et non pas manipulés. Ils appartiennent à une Loge parce qu’ils veulent apporter leur contribution au développement de la franc-maçonnerie. Les frères s’attendent à ce qu’on leur fasse confiance quand ils doivent prendre des responsabilités!  Un Vénérable doit avoir une vision claire de la franc-maçonnerie, et être capable de la communiquer en termes clairs et logiques afin de rassembler tous les frères derrière lui. Au cours de la discussion avec le candidat Vénérable, on voit rapidement si il communique ouvertement et s’il est à même d’intégrer ses frères dans les processus de décision maçonniques ou si au contraire il part du principe « commander et contrôler ». Un véritable meneur favorise la responsabilité personnelle, la libre pensée ainsi que le libre « laisser-faire » afin d’accélérer le développement de l’individu.
Mener signifie aussi, écouter, comprendre, tolérer et accepter les pensées d’autrui dans le respect soit prendre son partenaire au sérieux sans lui faire des remarques irrespectueuse ou suffisantes. Songeons que le Vénérable est aussi un être humain mais avec une responsabilité de meneur : à lui de savoir donner l’exemple. Chaque être humain quelque soit son milieu social, sa culture, sa religion a un droit à l’existence. Pensons aussi que chaque individu porte le ciment de la construction de notre temple, sans ciment nous ne sommes plus aptes à sa construction ! Chaque humain a quelque chose à nous dire, même son silence doit être compris. Chaque être peut être un enrichissement pour tous par ses connaissances. Ainsi chaque échange d’idée, ainsi que toute divergence de point de vue permet à tous les Frères de grandir sur leur voie
maçonnique.
 
Fonte : Heinz E. Mühlethaler Ex Grand Maître GOS

Fontana delle Api - Fuente de las Abejas - Roma .

Fontana delle Api o de las Abejas - Roma . Obra del genial Gian Lorenzo Bernini.Download para oir "Come è bello fa`l`amore quanno e sera" por I Vianella.
Fontana Delle Api - Roma - Fuente de las Abejas - Gian Lorenzo Bernini

Fonte : http://sabiduriaybelleza.blogspot.com/

lunedì 28 giugno 2010

Un cammino pieno di ostacoli partendo dall’Adamo androgino fino al dogma tutto italiano del 1969.

Adamo ed Eva

Adamo fu il primo “iniziato”. Egli, fedele alle istruzioni ricevute da Dio, fondò l’equivalente della prima loggia.
Suo figlio Lamech (il cui nome significa forza) divenne il suo successore ed egli, a sua volta, iniziò i propri figli alla Legge Divina, i quali, alla luce della saggezza, fecero prodigiose scoperte.
Jubal … fece progredire la geometria, ed inoltre “ fu padre di coloro che suonano la cetra e la zampogna” (Genesi, iv, 21).
Tubalcain fondò i principi dell’Alchimia e dell’arte metallurgica e la loro sorella insegnò alle altre donne l’arte del tessile.
Ma l’umanità era destinata a dimenticare la parola di Dio e a cadere nelle tenebre dell’ignoranza. I figli di Lamech, prevedendo la catastrofe, incisero i risultati delle loro scoperte su due grandi colonne litiche che sfuggirono alla distruzione causata dal diluvio e, quando la collera divina si placò, un uomo chiamato Hermes o Hermorian, ebbe il compito di ritrovare i due pilastri e, una volta comprese le straordinarie rivelazioni che vi erano scolpite, decise di trasmetterle esclusivamente a chi fosse stato in grado di farle rifiorire.
Hermes si recò a Babilonia dove, dopo aver assunto il nome di Nemrod diede vita ad una nuova loggia e con l’aiuto dei nuovi Liberi Muratori edificò palazzi, torri e templi; la stessa cosa fece a Ninive ed infine inviò trenta fratelli in Oriente, affinché l’esoterismo massonico fosse diffuso in tutta la Terra. Nemrod esortò i suoi adepti ad amarsi vicendevolmente ed a venerare i Maestri che possedevono i segreti dell’arte. Quando morì, Dio lo trasformò in una stella. Ancora oggi, levando gli occhi verso il cielo, i massoni troveranno sempre la stella di Nemrod che guiderà i loro passi.
Invece secondo alcune leggende ebraiche, Adamo, il primo iniziato in Massoneria, doveva essere stato un androgino, prima che Eva si staccasse da lui e si rendesse autonoma.
La mitologia massonica va intesa quindi come insegnamento massonico e non come una mera ricostruzione storica.
L’esclusione della donna dalla Massoneria “regolare” – patente rilasciata solo dalla Gran Loggia Unita d’Inghilterra, e ad un solo Ordine massonico per singolo Stato – pone problemi o ipotesi di diversa natura.
Su questo tema Renè Guenon affermò: “…Come stavano le cose nel Medio Evo? Sicuramente non è impossibile che le donne fossero allora ammesse in alcune organizzazioni che possedevano un’iniziazione che si riferiva all’esoterismo cristiano, e ciò è del tutto verosimile; ma poiché tali organizzazioni sono fra quelle di cui da molto tempo non rimane più traccia, è ben difficile parlarne con sicurezza e in modo preciso e, in ogni caso, è probabile che non vi fossero in esse se non possibilità molto limitate. Quanto all’iniziazione cavalleresca, è anche troppo evidente che, a causa della natura, essa non potrebbe assolutamente convenire alle donne; e lo stesso è da dire delle iniziazioni di mestiere, o per lo meno delle più importanti fra di loro e di quelle che, in un modo o nell’altro, sono continuate fino ai nostri giorni. E’ qui, precisamente, la vera ragione dell’assenza di qualsiasi iniziazione femminile nell’Occidente attuale: tutte le iniziazioni che vi permangono sono essenzialmente fondate su mestieri il cui esercizio appartiene esclusivamente agli uomini.”
Benché la presenza delle donne sia sempre stata negata, come evidenziato anche nel quarto articolo di Andersen, è più volte documentata.
Nella storia della Massoneria corporativa, infatti, si trovano segni che attestano che le donne erano ammesse nelle Gilde degli Artigiani, con parità di diritti e doveri.
In Francia il “Livre des Métiers” di Etienne Boileau (1268) prevedeva l’accesso delle donne nelle Corporazioni artigiane, e la loro elevazione al grado di Maestro, anche in mestieri manuali tradizionalmente maschili.
Nel 1375 si accerta, la presenza femminile nelle Gilde degli artigiani come in quelle dei carpentieri di Norwich, con Sabine De Steinbach, figlia del Maestro Architetto della cattedrale di Strasburgo.
Nel “Poema Regius” , il più antico e importante documento massonico datato 1390 circa, in nessun verso si evince l’esclusione delle donne; al contrario si parla più di una volta “…così ciascuno insegnava all’altro, e si amavano l’un altro come fratello e sorella…”. Scritto in Middle English, non si può definire, a stretto rigore, una "Costituzione" sebbene abbia più elementi di una costituzione che non caratteri artistici di poesia.
I massoni operativi, nei tempi antichi, dovevano spostarsi dai loro luoghi di origine, vivere insieme e lavorare per diversi anni per dedicarsi alla costruzione degli edifici di culto. Nell’Antica Massoneria operativa, le persone di sesso femminile erano precluse dalle Corporazioni maschili, salva la eccezione di cooptare vedove e orfane di Maestri in caso di bisogno.
La donna è presente nelle tradizioni iniziatiche-corporative occidentali, a due livelli: esplicitamente come “sorella del mestiere” e come “vedova del maestro”, a cui venivano trasmessi i segreti dell’arte, affinché potesse sostituire la funzione del marito, fino al compimento dell’apprendistato del figlio, ed anche come “madre-ostessa” referente delle Confraternite locali per gli artigiani itineranti.
Bisogna rispettare la convinzione della Massoneria mondiale “regolare”, che esclude le donne in via di principio, ma abbiamo anche il dovere di riflettere sulle opinioni di quanti dissentono, specialmente di quelle comunioni massoniche - a torto o ragione considerate "irregolari" - che accolgono le donne tra le loro fila.
Peraltro, in considerazione anche della convinzione di molti massoni, la loro esclusione dalla massoneria non è proprio così scontata come potrebbe apparire, a tal punto che moltissime comunioni massoniche regolari di tutto il mondo hanno favorito la crescita e la divulgazione di strutture paramassoniche in cui è ammesso il sesso femminile: per ora solo mogli e parenti strette di massoni ma, col tempo, forse avverrà che tali associazioni possano accogliere le donne, prescindendo dai rapporti di parentela con i fratelli liberi muratori.
Smentita la prima affermazione sulla non presenza o l’esclusione delle donne nell’antica Massoneria Operativa, numerose fonti bibliografiche, hanno dimostrato che il Tardo Medioevo, contrariamente a quanto si crede, vide alcune donne raggiungere un notevole grado di emancipazione sociale e culturale.
Possiamo inoltre affermare che l’iniziazione massonica non è femminile o maschile, ma l’una è complementare all’altra come lo sono il sole e la luna.
Il Recipiendiario che si presta a diventare Apprendista Libero Muratore, nella cerimonia di iniziazione massonica, trova la realtà della donna “lunare” in quanto “ perfetta polarità contraria” a quella dell’uomo “solare”.
Riportiamo dal rituale per l’iniziazione del Grande Oriente d’Italia – Palazzo Giustiniani, di recente, il testo che è stato rielaborato dalla Commissione per i rituali nel 1998, al momento di procedere alla vestizio¬ne del neofita, il Maestro Venerabile conse¬gnandogli un secondo paio di guanti bianchi, gli fa presente:
“Fratello, essendo la nostra Iniziazione solare, le donne non sono ammesse ai nostri Lavori; tuttavia noi le rispettiamo e le onoriamo. Questi guanti sono destinati a Colei che rappresenta la tua polarità contraria, cioè quella lunare.”
La presenza della polarità “femminile” e “maschile” non compare nel rituale dell’ Apprendista Libero Muratore del 1955 della Gran Loggia Nazionale dei Liberi Muratori d’Italia (GRANDE ORIENTE D’ITALIA).
Nello stesso si legge a pagina 36 :
“… vi ricordino questi guanti che le azioni del Libero Muratore debbono essere sempre pure e che egli mai deve macchiarsi di iniquità.”
Vogliamo denunciare che un circolo molto ristretto di Fratelli che si richiamavano al G.O.I., ha apportato questa modifica nella revisione del rituale del 1969 per giustificare l’esclusione della donna. Dal 1969, infatti, la quasi totalità dei Fratelli non conosce questa modifica e ritiene il rituale in uso quello derivante dagli antichi Liberi Muratori. Fermo restando che successivamente alla modifica del 1969 – per la maggior parte dei Fratelli – l’iniziazione massonica è riservata solo agli uomini, quindi ha un carattere prettamente solare, non bisogna disconoscere – per non negare l’evidenza – l’importanza della donna quale opposto e complementare all’uomo.
Tale rimprovero è rivolto anche alle Sorelle delle organizzazioni massoniche femminili, miste e paramassoniche, che giustificano l’esclusione della donna nella polarità sole-luna. Per dimostrare tale affermazione riportiamo un pezzo del capitolo Fiorentino Beatrice della Stella d’Oriente:
“…La donna segue la via umida, la via lunare; al contrario del Sole, la Luna non irradia luce propria, ma senza il suo chiarore, riflesso di quello solare, le più profonde tenebre coprirebbero la Terra nelle ore notturne…”
Dall’incontro degli opposti, nasce l’equilibrio e l’armonia di tutto ciò che esiste; senza il due, l’uno non creerebbe il tre, il simbolo della perfezione. Uomo o donna si completano a vicenda, il simbolo del loro complemento è dato dall’Androgino, la mitica creatura bisessuale, maschile a femminile allo stesso tempo.
Senza andare oltre in un simbolismo che continuamente richiama l’attenzione su di una incontrovertibile realtà, si può dire che la via solare seguita dal Massone doveva essere completata da un cammino accessibile alla sua compagna, non più facile, ma più pratico, che consentisse la proiezione degli ideali massonici fuori ed oltre il chiuso delle Logge….”
Partendo dal presupposto che la Massoneria non accetta dogmi, come fa ad accettare questa modifica del 1969 divenuta negli ultimi trenta anni, il dogma massonico in Italia, e nelle zone dove ha interferito?
Siamo costretti così a confrontarci con questo dogma.

giovedì 24 giugno 2010

Convento de la Gran Logia Nacional Unida de Rumanía

Or.'. Bucarest, Rumania. En conformidad con el Decreto no. 77 emitido por el Gran Maestro de la Gran Logia Nacional Unida de Rumania, el Muy Respetable Gran Maestre Liviu Mânecan 33, el dia 10 de mayo de 6010/2010, en el Oriente de Bucarest, fue convocado el Convento (Asamblea General) de la Gran Logia, para la Gran Tenida Solsticial de Verano en el dia 25 de junio de 6010/2010.
El Gran Secretario Dan Trofín fue encargado de llevar a cabo el decreto. En la agenda del Convento se menciona lo siguiente:
1. Apertura del trabajo ritual del Convento,
2. La introducción de los representantes de las Grandes Logias invitadas,
3. Palabra de bienvenida del Gran Maestre
4. Discursos y opiniones de los participantes,
5. Conclusiones del Gran Orador,
6. Ceremonia Solsticial de Verano,
7. Clausura ritual del Convento.



Fonte : agenciadeprensamasonica

24 Giugno : San Giovanni Battista - Solstizio d'Estate

A TODOS LOS GG.·. MM.·., RR.·. Y QQ.·. HH.·. MIEMBROS DE LA COMUNIDAD MASÓNICA UNIVERSAL


La Confederación Continental de Potencias Masónicas Américanas (C.C.PO.M.A.) y la Gran Logia Constitucional del Perú se honran en invitaros a participar del 1er. Gran Congreso Mundial de la Masonería Moderna y Liberal, que se realizará los días 2, 3 y 4 de julio del 2010 en la ciudad de Cusco, Gran Oriente del Perú, donde se encuentra Machu Picchu, una de las siete maravillas del mundo, y el Valle Sagrado de los Incas.

Consideramos, luego de haber realizado un amplio análisis de la realidad mundial, la necesidad imperativa de lograr la integración de todos los HH.•. de la masonería universal, hombres y mujeres, como un deber masónico para la consolidación de las familias como ejemplo vivo de amor y fraternidad con valores, encaminando nuestros esfuerzos y conocimientos en el progreso de la ciencia y la tecnología, aportes al mundo globalizado en que vivimos, como personas libres y de buenas costumbres para bien de la humanidad a la Gloria del Gran Arquitecto del Universo.




Fonte : Gran Logia Constitucional del Perú


mercoledì 23 giugno 2010

Entrega de premios del Concurso Fotográfico EL SÍMBOLO PERDIDO


Fonte : Francmasones

martedì 22 giugno 2010

Pensiero del Cavaliere e Fratello Stefano Bonfa'.

Cari FF:.lli tutti, nei Vostri Gradi e nelle Vostre Dignità, a Voi và il Mio affettuoso e sincero, Triplice Fraterno Abbraccio:.

Noi Lavoriamo per mantenere il passo con la Terra e con lo spirito della Terra.
Poiché stare in ozio è diventare estraneo alle stagioni e allontanarsi dal corteo della Vita che avanza maestosa e con fiera sottomissione verso l’infinito.Quando Noi Lavoriamo, siamo un flauto che attraverso la sua anima trasforma in musica il mormorio della Vita.Chi vorrebbe essere una canna muta, quando tutte le altre cantano all’unisono?
E’ sempre stato detto che il Lavoro è una maledizione e la fatica una sventura.Ma Noi, quando Lavoriamo compiamo una parte del sogno più avanzato della Terra, che fu assegnata a Noi quando quel sogno nacque.E che sostenendoci con i Nostri Lavori amiamo in verità la Vita.E che amare la Vita nel Lavoro è vivere intimamente con il più intimo segreto della Vita.Ma se nella sofferenza, dicono, che nascere è un tormento e sostentare la carne una maledizione scritta in fronte, Noi rispondiamo che nulla tranne il sudore della fronte laverà ciò che vi è scritto.Dicono che la Vita è tenebre e nella stanchezza fa eco ciò che dicono gli stanchi.Io dico che la Vita è davvero oscurità se è priva di slancio,che ogni slancio è cieco se non vi è conoscenza e ogni conoscenza è vana, se non vi è l’operare, ogni opera è vuota se è priva dell’amore.
Quando operiamo con amore leghiamo Noi a Noi stessi, l’uno all’altro e al G:.A:.D:.U:.
E che cos’è operare con amore?
E’ tessere la stoffa con i fili del cuore, come se anche chi amate dovesse indossarla.
E’ costruire una casa con affetto, come se anche chi amate dovesse abitarla.
E’ seminare con dolcezza e mietere il grano con gioia, come se anche chi amate dovesse mangiare.
E’ impregnare ogni cosa che plasmiamo con un soffio del Nostro Spirito e sapere che tutti gli Spiriti Benedetti ci stanno intorno e ci osservano.L’opera è amore che si fa visibile.
Se non potete Lavorare con amore, ma solo con riluttanza, allora è meglio lasciare il Lavoro e sedere alla porta del Tempio e accettare elemosine da chi Lavora con gioia.Perché se fate il pane con indifferenza, farete un pane amaro che nutre solo a metà.E se spremete l’uva con astio, il Vostro astio distillerà un veleno nel vino.Infine, anche se cantate come angeli e non amate il canto, chiuderete le orecchie del Fratello alle voci del giorno e della notte.

Un sincero Triplice Fraterno Abbraccio.
Vostro Fratello Stefano Bonfà:.

Asamblea General del Grande Oriente Ibérico

El próximo sábado 26 de junio de 2010 E.•. V.•., se llevará a cabo la Asamblea General del Grande Oriente Ibérico en el Palacio Masónico de Lisboa, Portugal, sito en la C/ Gremio Lusitano 25.

Las actividades se iniciarán con la presentación de credenciales a las 9:30 h. Tras la Clausura de los Trabajos tendrá lugar una Cena de Fraternidad a las 21:00 h.

 
 
 

Fonte : Francmasones

FELIX DIA DEL PADRE

QUERIDOS Hermanos :

Que este Día del Padre lo aprovechéis para reconsiderar la preziosa
maravillosa y experiencia de la paternidad para tomar y de las ConcienciaMaravillas que el G. '. A. '. D. '. U. '. derramó sobre cada  uno de vosotros , alDaros encargo el de la Paternidad . Mejor Aun SI vuestros descendientesforjados fueron Seres nacidos del Amor y en la felicísima Cuna de la Armonia familiare.
Que este día de disfrutéis en la Compañía grata familia y de vuestra
sed - doblemente felices -si ya Estais rodeados de Nietos bisnietos o.
Que el G. '. A. '. D. '. U. '. os de siga colmando bendiciones .
familia vuestra Que prospere y se solidarice en torno vosotros un file.
Que viváis Edad avanzada hasta muy , para que conozcáis a los hijos de
vuestros Hijos ya los hijos de Estos , en paz y Armonia .
Rogelio Barragán Amaral
M. '. R. ' . G. '. M. '.
Gran Logia Soberana de Baja California
México
Junio 20 del 2010
(8 de Tammuz del 5.770 )
pd . Si por ventura llegase este mensaje uno manos de QQ. '. HHnas . ' . no penséis
que se trata de errore delle Nazioni Unite, Pues rogamos os que lo hagáis llegar uno vuestros
esposos , Padres , hermanos o Hijos , que ya hubiesen bendecidos Sido con el
don de la Paternidad , con saludo de la Gran Logia de Baja Soberana California.



Fonte : Roberto Amato

lunedì 21 giugno 2010

DOLOR DOLOR DOLOR

Con mucha tristeza les comunicamos que ha pasado a Decorar el Oriente Eterno, la I:.P:.Hna:. Ivonne Ortiz Ortiz (Gr33), Soberana Gran Comendadora y Gran Maestra de la Orden Mundial Mixta de Chile. Sus funerales se efctuarán hoy después de una misa que se llevará a efecto a las 14:00 hrs. en la Capilla de la Escuela Naval en Las Salinas, en el Cementerio Santa Inés de Viña del Mar.

El Soberano Gran Comendador, I:.P:.H:. Gabriel Ulloa Cárdenas, el Gran Maestro I:.Q:.H:. Héctor Díaz Montenegro, y todas las HHnas:. y HH:. miembros del GRAN ORIENTE MASONICO CHILENO, entregan sus respetuosos saludos a la familia, HHnas:. y HH:. de la Orden Mundial Mixta, ante tan doloroso suceso.
Las fraternas relaciones entre ambas Ordenes, eran permanentemente auspiciadas por la Hna:. Ivonne, de quien estamos eternamente agradecidos.

Fonte : Anfora

giovedì 17 giugno 2010

17 Giugno 1885: la Statua della Libertà arriva a New York

Quella che era destinata a diventare un simbolo degli Stati Uniti noto in tutto il mondo, ovvero la grande Statua della Libertà che troneggia ancora oggi all’ingresso del porto di New York, arriva dalla Francia su una piccola nave (che dovette fare più viaggi) smontata in 1883 scatoloni. Il primo lotto viene scaricato il 17 Giugno 1885.

Ideata da Edouard Renè de Laboulaye, progettata e costruita a Parigi dallo scultore Frederic Auguste Bartholdì, forgiata e realizzata ingegneristicamente da Gustave Eiffel (lo stesso costruttore dell’omonima torre parigina), la “Statua della Libertà”, alta 93 metri (di cui 47 di basamento), fu un dono della Francia per rafforzare i vincoli di amicizia con gli Stati Uniti, in occasione del primo centenario della “Dichiarazione d’Indipendenza” dal dominio inglese (4 Luglio 1776).
La Statua avrebbe dovuto essere pronta quindi nel 1876, ma il suo trasporto via mare dalla Francia ed il suo assemblaggio in terra americana si rivelarono più complessi del previsto, e l’immensa scultura fu pronta solo una decina di anni dopo (1886) la ricorrenza del centesimo “Indipendent Day”.
Visibile fino a 40 chilometri di distanza, la Statua, disegnata e scolpita da Bartholdì, regge una fiaccola simbolo della libertà e con l’altra mano un libro con incisa la data della dichiarazione d’indipendenza “4 luglio 1776″. E’ costituita da un’armatura di acciaio, rivestita di lastre di rame scolpite a martello ed assemblate con rivetti. Mentre il basamento di granito proviene dalla Sardegna.
In tutto il mondo è il simbolo della “Terra della Libertà”, degli Usa; ma al di là della più evidente simbologia “profana” la stessa Statua rappresenta anche il più vistoso monumento massonico esistente sulla terra.
Il dono “ufficiale” del governo Francese all’America fu infatti in realtà un dono “ufficioso” dei massoni francesi ai confratelli americani. Lo stesso scultore Bartholdì era un conclamato massone. Ed è in particolare la torcia, ovvero la “fiaccola della Luce”, che esprime più di ogni altra cosa il significato massonico dell’opera.
Con questo dono i massoni francesi intesero commemorare non solo i padri fondatori dell’indipendenza americana, per la maggior parte massoni, ma anche il contributo non secondario che la stessa massoneria francese offrì alla causa degli Stati Uniti, allorchè il “fratello” Benjamin Franklin soggiornò a lungo in Francia dove ottenne, proprio dalla massoneria francese, cospicui finanziamenti e approvvigionamenti di armi e cibo per l’esercito degli insorti.
Ma c’è un particolare poco conosciuto che probabilmente fu ancor più decisivo nel determinare le sorti della guerra d’indipendenza americana dagli inglese; un episodio nel quale il ruolo della massoneria francese fu provvidenziale.
Fu infatti un nobile massone francese a rilevare un ingente debito di gioco dell’ammiraglio inglese sir George Brydges Rodney, che si “sdebitò” a sua volta, giungendo in ritardo, con le sue navi, nell’ultima fondamentale battaglia del generale Washington per l’indipendenza americana, a Yorktown.

Fonte : www.telesanterno.com

Northern Masonic Jurisdiction - Scottish Rite Freemasonry

Philadelphia will be the site of this year's annual meeting of the Scottish Rite Supreme Council for the Northern Masonic Jurisdiction. More than 2,000 Thirty‐third Degree Masons and their ladies from 15 northeastern states are expected at the meeting on Aug. 29-31.

The 2010 Session will be highlighted by the conferral of the Thirty‐third Degree upon 163 Scottish Rite Masons who were elected for this high honor at last year's meeting in Boston. The Thirty‐third Degree is awarded for outstanding achievement within the fraternity or for significant contributions to others, reflecting credit on Freemasonry. The impressive ceremony will take place on Tuesday, Aug. 31.
An introductory luncheon honoring the Thirty‐third Degree candidates and their ladies will be on the schedule for Sunday noon. The Academy of Music Theater will be the scene of the traditional Supreme Council Vesper Service during the afternoon. Earlier business conferences attended by the officers of the Supreme Council will be held on Friday and Saturday, Aug. 27‐28.
Sovereign Grand Commander John Wm. McNaughton will preside over a General Session of the Supreme Council on Monday, Aug. 30. In the course of this session, prominent leaders from other Masonic organizations in the United States and throughout the world are expected to be in attendance.
A number of other events have been scheduled, including separate luncheons for all registered Honorary Members and ladies attending the meeting in the Marriott Philadelphia Downtown Hotel. The evening’s entertainment will feature a concert by the Philadelphia Boys Choir at the Academy of Music Theater.
In addition to the major events sponsored by the Supreme Council, a Masonic Marketplace will allow vendors to display Masonic‐related items.
The 2010 meeting will end with the announcement of the names of those elected to receive the Thirty‐third Degree at Chicago in August 2011.


Fonte : Northern Masonic Jurisdiction - Scottish Rite Freemasonry

mercoledì 16 giugno 2010

Grand Commander's Message: A Word from a Spy

written by Ronald A. Seale, 33°, Sovereign Grand Commander


From our earliest days as Masons, we learn the Great Light in Masonry is God’s word. In commemoration of his raising as a Master Mason, a candidate is often presented with a copy of the Holy Bible, often designated as a “Masonic Bible,” not because the Holy Writ is in any manner altered but as a result of the inclusion of additional articles on Masonry or indexes of scripture references to Masonic degree work, for example. The text itself remains the same as any other copy of the Bible. It is presented to us within the body of a Lodge with the admonition that we shall there find wisdom and instruction to guide our footsteps and actions to a meaningful and rewarding life. Good counsel indeed from our brethren on the occasion of our raising.

It was in the spirit of this instruction the other day that I re-read one of the great stories of the Bible and was impressed with its application to our conduct and activity as Masons. I have reported this to you years earlier in another such article for the Journal. Might I recall the story for just a moment?
It’s found in the early part of the Old Testament book of Numbers. As we join the narrative, we remember that Moses has lead the Hebrews, forerunners of the Old Testament nation known as Israel, from slavery in Egypt. They have escaped the bondage of Pharaoh through many signs and wonders, crossed the Red Sea on dry land, and made their way to Mt. Sinai where they have received the Ten Commandments and other law written by the finger of God. Wandering as nomads through the desert, often in deprivation and without any apparent direction, they finally are on the precipice of entering the Promised Land—Canaan.
As we take up the action, we see Moses sending out a scouting party, twelve “spies” to go ahead and bring back a report of what difficulty or promise would await them. Now I wouldn’t know how to go about selecting a bunch of spies for anything, but chapter 13 of the book of Numbers tells us all of these guys were good, not a slacker in the group. Every one is a leader among their respective tribe.
Off they go and within forty days they are back with a detailed report of all they have seen and heard. Can’t you just see them there, with Moses, presenting yet another PowerPoint presentation? Slide by slide they detail that the land promised to them was everything they were hoping it to be but great difficulties would confront them if they were to receive their promise. The consensus? It’s too hard, the obstacles too great and we would probably fail in our attempt. Let’s turn back. So said ten of their number—good men all. And the whole congregation wept and sought another leader to take them backward.
But the heroes of our story come forward—Joshua and Caleb effectively calling the people to remembrance. This struggling nomadic people were reminded that God remained with them and if they, in turn, were faithful to the promises they had made, then success would surely be theirs and that difficulties would be met and conquered. As the curtain falls we see Caleb noted by God as a faithful servant and as having a “different spirit.”
I often turn to these pages as I perceive what often seem to be insurmountable problems in our Fraternity. You could name them as well as I: A membership that continues to decline despite our best efforts; buildings that are old and in need of substantial repair; those within our society that continue to brand Masonry as a secretive or an occult society with hidden agendas; in some quarters Masons against Masons sowing seeds of discord and contention within the Craft and so goes the list, page upon page. It’s times such as this that we seem much like the nomads in the wilderness, straying far from our Masonic initiatory experiences where we knelt at an altar, surrounded by good men, and pledged ourselves to good things and right ways of living.
And like the ten men reporting back on life in Canaan we are tempted to conclude that it’s not worth the effort, the cost too great and the promise uncertain. It’s so easy to focus on the problems, the difficulties and our setbacks. In doing so, however, we are apt to miss the goal. At these moments, I pray that each of us, whatever our role, may have the different spirit of Caleb and Joshua and know that if God is indeed with us and blesses our effort in Masonry, then we will thrive and eventually succeed. For above all else, we are dispensers of Light commending our votaries to the Holy Word of God and admonishing each to live according to the Light he shall there find.

Canaan awaits—let us be on our way. 
 
Fonte : Scottish Rite Journal

Estados Unidos: 16 de Junio se inicia construcción de Templo masónico en Estado de Colorado

USA. El H:. John Morris, maestro de Brush Lodge No. 123, anunció que la Brush Masonic Lodge, con la asistencia de la Gran Logia Masónica de Colorado, pondrá la piedra angular en la nueva edición de este condado de Morgan Library, 500 Clayton, Brush a 10, hoy miércoles, 16 de junio.

Este evento está abierto al público y está patrocinado por Brush Lodge No. 123. Queda entendido que el Director Ejecutivo de la Cámara de Comercio de Brush y el Director de la Biblioteca del Condado y de su Consejo de Administración asistirán a la ceremonia.
El público está invitado cordialmente a asistir a esta ceremonia. La colocación de las piedras angulares de los edificios públicos ha sido una práctica habitual tradicional de masones. Quizás uno de los ejemplos más notables de ello fue la colocación de la piedra angular del edificio del Capitolio de Estados Unidos en 1793 por George Washingtonwho ofició como maestro.
Varios edificios masónicos locales se le hecho el ceremonial de las piedras angulares incluida el Hospital, Escuela de Thompson, Beaver Valley Escuela Primaria y Escuela Secundaria de Brush. La piedra angular del edificio del Capitolio del Estado de Colorado fue colocada por los masones en 1890 y dedicado de nuevo en 1990.
La Masonería llegó a Colorado con los mineros. Hoy en Colorado, hay cerca de 15.000 masones que pertenecen a una de las 134 Logias dispersas en todo el estado.
En Estados Unidos hay unos 3,4 millones de masones
 
Fonte : Fenix

Gran Logia Constitucional del Perú Adelanto de Liliana Cuellar





Ceremonia de Adelanto Mas:. de la Q:.Hna:. Liliana Cuellar P. realizada el dia Sábado 12 de Junio del 2010 e:.v:. en la P:.R:.L:.S:.Illariy Nº4 Jurisdiccionada a la Gran Logia Constitucional del Perú





Fonte : Edmundo Alosilla

martedì 15 giugno 2010

Manifesto Massonico Femminile datato 1948


Siamo nel 1948 l’affissione e la diffusione nelle grandi città d’Italia diretto alle Sorelle a firma Agata Astuni 3.'. della GRANDE LOGGIA MASSONICA DELLE DAME

Riportiamo interamente il manifesto:

“DONNE ITALIANE, SORELLE.'.

Dopo la spaventosa tempesta della guerra che ci ha strappato lembi di carne viva, dopo i lutti dei nostri cuori e le sventure della nostra Patria, gli Italiani non si riconoscono Fratelli nel nome della Gran Madre comune e si dilaniano sanguinosi in lotte fazione.

SORELLE.'. DONNE ITALIANE TUTTE

Leviamoci non per gridare il nostro sdegno e la nostra disperazione, ma per tendere le mani e l’animo ad un’opera di bene.

Nel nome di coloro che non sono più, nel nome degli Innocenti che si affacciano alla vita, per tutti i dolori e per tutte le lagrime delle madri, delle sorelle, delle figlie, delle spose, armate soltanto d’amore, gettiamoci tra i contendenti e gridiamo loro: Fratelli, Fratelli nostri, via l’odio e il furore, pace!

In ogni casa, presso ogni focolare, vicino ad ogni capezzale, nelle scuole e nelle fabbriche, nei negozi e per le vie, Donne d’Italia, Sorelle di dolore e d’amore, diciamo la nostra parola, gettiamo la nostra invocazione, gridiamo la nostra passione: Uomini, fratelli d’Italia, amatevi! Pace fratelli!

E così sia!

Per le RR. Loggie Femminili d’Italia AGATA ASTUNI 3.'.”


Le Sorelle si riunivano e lavoravano, separatamente dagli uomini e conseguivano fino al Terzo Grado.

Scriveva il Gran Maestro CONTE PIETRO ASTUNI MESSINEO 33.'.nel 1958:

…” La donna, dunque, maturatasi ha portato in Massoneria le sue virtù fondamentali, che la distinguano da quelle maschili, completate dalle virtù acquisite e nobilitate, in questi ultimi tempi, dalla coscienza profonda patriottica e da convinzioni di natura squisitamente politica.

Per queste ragioni, le passioni turbinose, il bisogno di dedizione e di sacrificio, la sentimentalità che sono pertinenti alle donne, sono oggi disciplinate, direi quasi, frenate: cosicché esse, selezionate – come del resto si procede per i profani che chiedono l’accessit – portano alla Massoneria quelle doti tese verso l’Umanità, la Patria, la Giustizia in un equilibrio veramente benefico.

Si pensi che quando l’Umanità si è appressata alle vette la donna ha mostrato fedeltà e devozione alle opere edificanti dell’uomo. Oggi, le opere edificanti nell’Ordine Massonico non sono solo dell’uomo, ma anche della donna sorella, non concorrente.”

Fonte : Donne in Massoneria

Intervista al Gran Maestro Gustavo Raffi del Grande Oriente D'Italia


Fonte : Rai tre

Reconocimiento a 40 años de Labor Profesional del I:.P:.H:. Guillermo Calvo Soriano 33º




Fonte : Roberto Amato

lunedì 14 giugno 2010

Faltan 20 dias para el 1er Congreso de la Masonería Moderna del Perú‏



Invitación

La Gran Logia Constitucional del Perú se honran en invitaros a participar del 1er. Gran Congreso Mundial de la Masonería Moderna y Liberal, que se realizará los días 2, 3 y 4 de julio del 2010 en la ciudad de Cusco, Gran Oriente del Perú, donde se encuentra Machu Picchu, una de las siete maravillas del mundo, y el Valle Sagrado de los Incas.
Consideramos, luego de haber realizado un amplio análisis de la realidad mundial, la necesidad imperativa de lograr la integración de todos los HH.·. de la masonería universal, hombres y mujeres, como un deber masónico para la consolidación de las familias como ejemplo vivo de amor y fraternidad con valores, encaminando nuestros esfuerzos y conocimientos en el progreso de la ciencia y la tecnología, aportes al mundo globalizado en que vivimos, como personas libres y de buenas costumbres para bien de la humanidad a la Gloria del Gran Arquitecto del Universo.



M.·.R.·.H.·.JULIO CARLOS PACHECO GIRÓN 33º
Gran Maestro
GRAN LOGIA CONSTITUCIONAL PERU


Fonte:Fenix

domenica 13 giugno 2010

Grand Lodge of Mark Master Masons of England and Wales and its Districts and Lodges Overseas


Venerdi 18 giugno 2010 , presso i locali dell’Hotel Parco dei Principi, Roma, la delegazione dei Grandi Ufficiali della Grand Lodge of Mark Master Masons of England and Wales and its Districts and Lodges Overseas, guidata dal Pro- Gran Maestro M.W. Bro. John Hale, procederà a :




- ore 11.00 – Consacrazione della Loggia Pico della Mirandola (Royal Ark mariner) No. 1896

- ore 16.00 - Consacrazione della Loggia John Dee No. 1915

Fonte:G.L.R.I.

venerdì 11 giugno 2010

Condecoración de la Orden del Mérito Masónico Miembro Eminente al R:.H:.Guillermo Calvo Soriano de la R:.L:.S:. José de San Martín Nº 36 del Vall:. de Lima.


          

Fonte : Gran Logia del Peru'

Ringraziamenti al Fenix News

L'intero direttivo del Notiziario Massonico Italiano,ringrazia per le belle parole espresse nei suoi confronti da parte del Fenix News.Ribadisce la serieta' e l'impegno preso nei confronti della Massoneria Italiana ed Estera,confermando la sua imparzialita' sulle notizie stesse.Un ringraziamento particolare a:

PRESIDENTE
H:. Juan Orrego Sevilla, 33°
FENIX MASONIC GROUP

EDITOR GENERAL
H.·. John Orrego Allpoc

EDITOR EJECUTIVO
H.·. Víctor Salazar, 18°

COOPERACION NOTICIOSA ENTRE PERU(FENIXnews) Y ITALIA(Notiziario Massonico Italiano)

FENIXnews. Tenemos bien a comunicar que hace unos días hemos llegado aún acuerdo estratégico con el Notiziario Massonico Italiano que dirige el H:. Vincenzo Rizzuto, editado en el Oriente de Italia.

FENIX cree que esta publicación italiana reúne los criterios de seriedad y responsabilidad estratégica necesarios para el mundo masónico más creciente hoy en día.
Hace tiempo FENIX buscaba un socio en Europa que no busque el conflicto noticioso y que más bien trate de desarrollar una verdadera sociedad masónica de la información dentro del principio de equidad, independencia y respeto institucional para bien de todo la comunidad masónica, dijo nuestro Director Ejecutivo el R:.H:. Víctor Salazar a nombre del Presidente del Directorio de FENIX, al concluir la Videoconferencia con el Editor General de FENIX el Q:.H:. John Orrego Allpoc que se encuentra en una gira masónica en sur del Perú y donde abordaron diferentes temas de FENIX para segundo semestre del 2010.
El Editor General, el Q:.H:. John Orrego, reitera su saludo a Notiziario Massonico Italiano y a su actual director el H:. Vincenzo Rizzuto, por este acercamiento, comprometiéndonos desde esta parte de Indoamerica a acrecentar los acuerdos de trabajo periodístico en que hemos concordado mantener desde este mes de Junio respetando la independencia de cada una de sus instituciones periodísticas.


Fonte: Fenix

giovedì 10 giugno 2010

Comunicat - Marea Lojă Feminină a României - 9 iunie 2010


Recent întoarsă de la New York, unde a reprezentat România la Adunarea Generală CLIPSAS 2010 şi la Conferinţa Masonică Americană, delegaţia Marii Loji Feminine a României, condusă de dna. Anca Nicolescu, Mare Maestră, pleacă astăzi la Beirut unde participă în calitate de membru la cea de-a X-a reuniune a Uniunii Masonice Mediteraneene.
Doamna Anca Nicolescu va prezenta la Beirut Conferinţa "Putem trăi împreună - realitate sau utopie".
Cu această ocazie Marea Maestră a Marii Loji Feminine a României va semna în numele Obedienţei pe care o conduce, un Tratat de Recunoaştere Reciprocă, Prietenie şi Colaborare cu Marea Lojă a Libanului şi cu Marele Orient al Franţei, cea mai veche Obedienţă Masonică din Europa.
Semnarea acestui Tratat încununează seria de peste 100 de Tratate semnate cu diferite Mari Loji din lumea întreagă.
La întoarcerea în ţară, Marea Maestră şi Marea Cancelara a MLFR vor pleca pe data de 19 iunie la Roma la Conventul Marii Loji Mamă C.A.M.E.A. cu care are un Tratat semnat, pe 20 iunie vor participa la Amsterdam la Conventul Marii Loji a Olandei.
Evenimentul major al lunii iulie este PRIMUL CONGRES MONDIAL AL MASONERIEI organizat de Marea Lojă Constituţională din Peru la Cuzco. Delegaţia Masoneriei feminine va face cu această ocazie un turneu al Marilor Loji din Peru şi Ecuador.
Discursurile Dnei A. Nicolescu la toate aceste evenimente se regăsesc pe siturile CLIPSAS, UMM, MLFR.

D. Nae
Mare Secretar General
Marea Lojă Feminină a României
(fondată 1922)

Secretariat MLFR - Str. MECET 21, 024083 BUCUREŞTI - tel/fax 021 252 13 51

malofero@aol.com - www.MLFR.ro



Fonte: Agentia de Presa Masonica

mercoledì 9 giugno 2010

X°me Rencontre Union Maconnique Mediterraneenne 10-12 Juin 2010 Beyrouth LIban

Supremo Consejo de la Masonería en Honduras celebra evento nacional y consejo

La Ceiba, Honduras. Los miembros del Supremo Consejo de la Masonería de Honduras realizaron su asamblea anual en La Ceiba para estrechar lazos de amistad.

La reunión fue en el Hotel Quinta Real que contó con representantes de las delegaciones de Tegucigalpa, San Pedro Sula, Puerto Cortés, Danlí, El Progreso y Atlántida.

El I:.P:.H:., Héctor Mejía, informó que la reunión sirvió para planificar proyectos a beneficio de personas necesitadas como es la entrega de becas a estudiantes de escasos recursos económicos.

La ocasión fue aprovechada para comenzar los preparativos del cincuenta aniversario de la masonería en el país y cuya celebración será en Tegucigalpa en el mes de octubre.
Honorato Arzú, Ricardo Trujillo,
Digna y Héctor Mejía, Yolanda Bueso,
Digna y José María Díaz.
 
 Fonte : Fenix

domenica 6 giugno 2010

DECRETO AUTORIZANDO EL DESFILE CIVICO PATRIOTICO EN HOMENAJE AL R::H:. FRANCISCO BOLOGNESI CERVANTES - GRAN LOGIA CONSTITUCIONAL DEL PERU

Gran Logia Constitucional del Perú

El Gran Maestre de la Gran Logia Constitucional de los Antiguos, Libres y Aceptados Masones de la República del Perú, en la fecha ha emitido el Decreto N° 006- 2010 cuyo tenor literal es el siguiente:

JULIO CARLOS PACHECO GIRON
GRAN MAESTRE DE LA GRAN LOGIA CONSTITUCIONAL DEL PERU
DECRETO N° 006 - 2010

CONSIDERANDO:

Que, la B.·.R.·.L.·.S.·. Francisco Bolognesi 48 Nº 15, ha solicitado realizar un desfile cívico patriótico en la Plaza Bolognesi de Lima el día 06 de junio del 2010 e.·.v.·. a horas 09.00 a.m. donde se busca resaltar el valor del insigne soldado peruano y masón Don Francisco Bolognesi Cervantes.

Que, la Gran Logia Constitucional del Perú, dentro de sus principios y valores se encuentra el fomentar homenajes a ilustres peruanos que supieron defender con sus acciones e incluso con su propia vida, con honor y lealtad, a nuestra amada patria.

Que es deber de los masones resaltar las virtudes de nuestros heroes y precursores de la patria.

Estando a las facultades conferidas por la Constitución y Estatuto de la Gran Logia Constitucional del Perú y con el voto aprobatorio del Consejo Asesor:

DECRETA:
Art. 1.- Autorícese el desfile cívico patriótico en homenaje al R.·.H.·. Francisco Bolognesi Cervantes el domingo 06 de junio del 2010 e.·.v.·. en la Plaza Bolgnesi de Lima a horas 09.00 a.m.

Art. 2.- Convóquese a todas las RR.·.LL.·.SS.·. de la jurisdicción al homenaje del ilustre peruano y masón Don Francisco Bolognesi Cervantes. La asistencia es obligatoria, debiendo concurrir los RR.·. y QQ.·.HH.·. con Smoking o terno oscuro, con sus insignias, condecoraciones y distintivos de sus oficios y grados y portando el Estandarte del Tall.·.

Art. 3.- Nómbrese a la Comisión organizadora que estará compuesta por los siguientes HH.·. :
  • Presidente: R.·.H.·. Luciano Carlos Scattalon Benedetti
  • Vicepresidente: R.·.H.·. Francisco Miranda Olivera
  • Vocal: R.·.H.·. Reynaldo Sánchez Corrochano
  • Vocal : Q.·.H.·. Edmundo Alosilla Núñez
Art. 4.- Es responsabilidad de los VV.·.MM.·. el fiel cumplimiento del presente Decreto.

Dado en Gabinete de la Gran Maestría a los 03 días del mes de mayo del 2010 e.·.v.·.

Regístrese, comuníquese y dese cuenta.
Julio Carlos Pacheco GirónGran Maestro

Francisco Fabían Llerena Boccolini
Gran Secretario

Fonte: Fenix

sabato 5 giugno 2010

Comunicat - Marea Lojă Unită din România - 4 iunie 2010

 BUCUREŞTI, 04 Iunie 2010 - MARELE MAESTRU AL MARII LOJI NAŢIONALE UNITE DIN ROMÂNIA, Dl. LIVIU MÂNECAN 33, INVITĂ MASONII ROMÂNI SĂ I SE ALĂTURE LA FESTIVITĂŢILE ORGANIZATE DE MAREA LOJĂ NAŢIONALĂ UNITĂ DIN ROMÂNIA CU PRILEJUL SOLSTIŢIULUI DE VARĂ 2010.
MARELE MAESTRU AL MARII LOJI NAŢIONALE UNITE DIN ROMÂNIA, DL. LIVIU MÂNECAN 33, A INVITAT MASONII DIN ROMÂNIA ŞI DIN STRĂINĂTATE SĂ I SE ALĂTURE LA FESTIVITĂŢILE ORGANIZATE DE MAREA LOJĂ NAŢIONALĂ UNITĂ DIN ROMÂNIA CU PRILEJUL SOLSTIŢIULUI DE VARĂ.
SENTIMENTUL DE UNIUNE ŞI FRATERNITATE CARE EXISTĂ ÎNTRE MASONII DIN ÎNTREAGA LUME, ÎI ADUNĂ PENTRU A SARBĂTORI ÎNPREUNĂ ÎN FIECARE AN PE SF. IOAN DE VARĂ, PATRONUL MASONERIEI UNIVERSALE.
TRADITIA CONTRIBUIE LA FORMAREA GANDIRII PREZENTE PLECAND DE LA ORIGINI, PRIVIND, PRINTRE ALTELE, RAPORTURILE OMULUI CU NATURA, CU VIATA SI CU SPIRITUL... DAR SI RAPORTUL OMULUI CU SEMENII SAI.
CEA MAI IMPORTANTA TRADITIE A MASONERIEI UNIVERSALE ESTE ACEEA A CELEBRARII SOLSTITIULUI DE VARA, LA FEL CUM IN CADRUL RITULUI SCOTIAN ANTIC SI ACCEPTAT ESTE CELEBRAT SOLSTITIUL DE IARNA.
VINERI 25 SI SAMBATA 26 IUNIE MASONI SI NEINITIATI VOR TRAI IMPREUNA EXPLICATIA PROFUNDA A ACESTEI SARBATORI A MASONERIEI UNIVERSALE.

Fonte: Agentiadepresamasonica

Invitación al 119 aniversario de la Logia 7 de Junio de 1891 (Gran Logia de Argentina)

(Mar del Plata - Argentina). El Q:.H:. Roberto Eiriz Estévez nos comunica que con motivo de cumplir 119 años de fundacion la Augusta y Respetable Logia "7 de junio de 1891" Nro. 110, Obediencia de la Gran Logia de la Argentina de Libres y Aceptados Masones, el V:.M:. tiene el deseo de invitar a asistir a un brindis, seguido de un ágape fraternal.

Fonte:Fenix 

giovedì 3 giugno 2010

mercoledì 2 giugno 2010

Garibaldi

Inno di Garibaldi



Si scopron le tombe, si levano i morti

i martiri nostri son tutti risorti!

Le spade nel pugno, gli allori alle chiome,

la fiamma ed il nome d'Italia nel cor:

corriamo, corriamo! Sù, giovani schiere,

sù al vento per tutto le nostre bandiere

Sù tutti col ferro, sù tutti col foco,

sù tutti col nome d'Italia nel cor.



Refrain:

Va' fuori d'Italia,

va' fuori ch'è l'ora!

Va' fuori d'Italia,

va' fuori o stranier!



La terra dei fiori, dei suoni e dei carmi

ritorni qual'era la terra dell'armi!

Di cento catene le avvinser la mano,

ma ancor di Legnano sa i ferri brandir.

Bastone tedesco l'Italia non doma,

non crescono al giogo le stirpi di Roma:

più Italia non vuole stranieri e tiranni,

già troppi son gli anni che dura il servir.



Refrain.



Le case d'Italia son fatte per noi,



è là sul Danubio la casa de' tuoi;

tu i campi ci guasti, tu il pane c'involi,

i nostri figlioli per noi li vogliam.

Son l'Alpi e tre mari d'Italia i confini,

col carro di fuoco rompiam gli Appennini:

distrutto ogni segno di vecchia frontiera,

la nostra bandiera per tutto innalziam.



Refrain.



Se ancora dell'Alpi tentasser gli spaldi,

il grido d'allarmi darà Garibaldi,

e s'arma -allo squillo che vien da Caprera-

dei Mille la schiera che l'Etna assaltò.

E dietro alla rossa avanguardia dei bravi

si muovon d'Italia le tende e le navi:

già ratto sull'arma del fido guerriero,

l'ardito destriero Vittorio spronò.



Refrain.



Per sempre è caduto degli empi l'orgoglio

a dir: Viva l'Italia, va il Re in Campidoglio!

La Senna e il Tamigi saluta ed onora

l'antica signora che torna a regnar.

Contenta del regno, fra l'isole e i monti,

soltanto ai tiranni minaccia le fronti:

dovunque le genti percota un tiranno,

suoi figli usciranno per terra e per mar!



Refrain.

Obblighi dell'Iniziato.


Tacere di fronte ai Profani.
Cercare la Verità.

Volere la Giustizia.

Amare i Fratelli.

Sottomettersi alla Legge.





“ La Libera Muratoria mira a formare degli Iniziati, cioè degli uomini nella più nobile eccezione della parola. Essa si dedica allo sviluppo dell’individuo, insegnandogli a conquistare le più insigni prerogative della natura umana. D’un essere ignorante e rozzo, fa un pensatore ed un saggio.

Ma una trasformazione simile non si può realizzare subito: esige un lavoro che si compie in tre fasi.

Si tratta, in primo luogo, di procedere ad una specie di dirozzamento intellettuale e morale che ha lo scopo di liberare lo spirito da tutto ciò che impedisce alla Luce di giungere sino a lui. Da cui la purificazione che deve subire l’Apprendista; queste lo conducono a vedere la Luce.

Ma non dobbiamo contentarci di riconoscere semplicemente la verità. Soprattutto è necessario agire in conformità della ragione; è il mezzo per attirare la Luce a sé, allo scopo di impregnarsene totalmente. Il simbolismo del grado di Compagno si riferisce a questa Illuminazione propria del vero Iniziato.

L’uomo completamente illuminato, che è riuscito a saturarsi di luce, a sua volta diventa un focolare luminoso. Egli risplende, illumina gli altri e per ciò si trova rivestito della dignità di Maestro.

Da questa autocreazione dell’uomo nasce l’uomo perfezionato o il Figlio dell’Uomo del vangelo”.
Oswald Wirth.